DPR462 – Enmeasure s.r.l.

Posted by admin on 17 febbraio 2014 in Aziende di servizi |

Il dpr462 è un regolamento che ha come scopo quello di sottoporre un datore di lavoro all’obbligo di controllo periodico degli impianti; con quest’ultimo termine si riferisce a impianti di terra, impianti che proteggono dalle scariche atmosferiche e gli impianti installati in zona con pericolo di esplosione.

Questo regolamento, pubblicato l’8 gennaio del 2002 è entrato in vigore il 23 gennaio del 2002 prevede delle verifiche periodiche che variano in base alla tipologia di macchinario; solitamente bisogna effettuarle ogni due anni per quanto riguarda tutti gli impianti che appartengono a strutture mediche come ospedali, ambulatori ma anche in cantieri e in quei luoghi dove c’è un alto rischi d’incendio; per quanto riguarda i cinque anni, sono in relazione a tutti gli altri casi.

Sotto l’aspetto legislativo sono cambiate molte cose rispetto agli anni passati: infatti in passato il datore di lavoro aveva come unico dovere, quello di effettuare la denuncia presentando appositi modelli; il compito quindi spettava ai professionisti del settore che avevano piena responsabilità.

Oggi, ai sensi del dpr 462/01, il datore è giuridicamente obbligato a richiedere, a organismi specifici come gli Organismi Abilitati dal Ministero delle Attività Produttive oppure presso l’Asl, una verifica periodica; ciò comporta di conseguenza una responsabilità che ricade direttamente sul datore e dei procedimenti civili o penali qualora dovessero verificarsi infortuni. Sono previste anche sanzioni in caso di controllo da parte delle autorità di competenza.

EN MEASURE è un organismo specializzato nelle suddette ispezioni e opera in base alle norme UNI-CEI EN 45004. Un team composto unicamente da specialisti nel settore e la cui esperienza pregressa è sinonimo di garanzia. EN MEASURE si avvale di strumenti all’avanguardia, strumenti che garantiscono al cliente un’analisi corretta e dettagliata.

Ogni datore di lavoro deve conoscere alcune procedure che riguardano il regolamento dpr 462 in merito a impianti di protezione contro le scariche atmosferiche: prima di tutto esiste la dichiarazione di conformità che è un vero e proprio avvio al “legale” ed esatto utilizzo delle macchine; tale dichiarazione viene rilasciata dopo la corretta installazione.

La procedura prevede in seguito l’invio di una copia della suddetta dichiarazione agli uffici di competenza che in questo caso sono l’Ispesl e l’Asl/Arpa. Un’attenta descrizione servirà all’ente, che si occupa della verifica, di inserire un determinato impianto in un programma regionale.

Dopo una dettagliata analisi al datore di lavora, sarà rilasciata una ricevuta che dovrà essere mostrata alle autorità, qualora dovessero effettuare controlli.

Per quanto riguarda i macchinari soggetti a un pericolo di esplosione, è prevista una dichiarazione di conformità che non vale da omologazione come nel caso appena analizzato; il datore dovrà sempre inviare, agli stessi uffici sopracitati, una copia del documento di conformità e attendere di ricevere l’attestato che conferma l’avvenuta ricezione; successivamente l’Asl/Arpa effettuerà, entro un termine massimo di due anni, la verifica che varrà come omologazione definitiva. Anche in questo caso è incluso il rilascio di un documento che dev’essere esibito in caso di controlli e che ne attesti la conformità.

 

Copyright © 2011-2017 I migliori prodotti e servizi del web All rights reserved.
Desk Mess Mirrored version 1.9 theme from BuyNowShop.com.